Ho scoperto questa pianta "particolare" durante una vacanza a "Fuerteventura".

Sapete, in genere l'albergo o il villaggio dove vi trovate, organizza durante la settimana gite per andare a vedere le cose caratteristiche del posto e, fra le tante proposte, mi ha incuriosito quella ad una delle fabbriche di Aloe Vera che è appunto una risorsa naturale locale.

Siamo partiti con il classico pulmann da turismo e ci siamo diretti a "Morro Jable" località in cui sorge questa fabbrica e li abbiamo finalmente visto questa pianta che, onestamente, conoscevo solo di nome per via dei tanti prodotti che ci sono in commercio!



Innanzitutto a vederla sembra una pianta grassa, diciamo che assomiglia molto ad un cactus, ma in realtà e tutt'altra specie perchè appartiene alla famiglia dei gigli.

Sul posto hanno fatto una piccola dimostrazione di come si ricava il succo, o per meglio dire il gel, e delle sue proprietà.
La foglia viene sbucciata (anche se non è proprio il termine adatto) ovvero, si prende la foglia e si toglie la parte verde, all'interno c'è un liquido lattigginoso che ha un odore abbastanza pungente simile a quello della cipolla.

Ora immaginate che eravamo ad Agosto e quindi eravamo tutti abbastanza abbronzati ma anche arrossati dal sole o addirittura scottati, hanno applicato su qualche volontario questo liquido sulle parti più "danneggiate" (naso, fronte,spalle) che sono quelle che in genere danno bruciare beh, vi assicuro che la sensazione è di assoluto sollievo, perchè questa pianta ha proprietà lenitive e sgonfianti.... pazzesco!!!!!!!

Ci hanno spiegato che l' Aloe Vera impiega moltissimi anni a crescere ed a diventare quindi della grandezza necessaria per poter essere raccolta e lavorata, non può essere VERA quindi, la scritta che noi troviamo su alcuni prodotti in commercio Aloe Vera al 90%, o simili proporzioni, poichè significherebbe usare un'intera pianta per una sola confezione.


E' un prodotto prezioso perchè la quantità di prodotto estratto è poca e la pianta ha appunto bisogno di tanti anni per diventare "matura".
Avendo sperimentato di persona l'applicazione di questo gel preso direttamente dalla pianta vi assicuro che ha effettivamente delle qualità apprezzabili ma il suo costo è abbastanza alto.

Troverete in commercio anche prodotti da bere a base di Aloe poichè tra le sue tante qualità è anche ottima come disintossicante ci aiuta ad espellere le cellule morte.


Sarebbe perfetto se potessimo coltivare questa pianta magnifica in casa nostra ma credo che il clima italiano non sia proprio favorevole al suo sviluppo, ovviamente se qualcuna di voi ha nozioni di botanica ci dia qualche consiglio e correremo a comprare subito l'Aloe Vera.



10 consigli per nail stamping perfetti e tutorial passo passo

Pubblicato da Astasia Connor mercoledì 29 aprile 2009 12 commenti
Ciao a tutti! 
Oggi vi voglio parlare di come creare degli stamping perfetti e di come risolvere i piccoli problemi che si possono incontrare...

Il decalogo di consigli che trovate qui di seguito e' frutto più che altro dell'esperienza personale.
Spero che vi possano essere utili ad utilizzare questa splendida tecnica che regala ottimi risultati con il minimo sforzo....
L'unico limite e', come sempre, la vostra fantasia...
Ma tornando in topic... :-)

Prima di tutto il vostro set per nail stamping deve contenere i seguenti prodotti almeno:
  • Scraper
  • Stampo
  • Dischi (image plate)
  • Smalti Konad
  • un bottiglietta di acetone o solvente per smalto
  • Cotton-fioc
  • Fogli di carta assorbente
  • Penna correttore per gli sbaffi di smalto.
Ecco una foto di una parte dei miei accessori. Se volete vedere l'intero beauty vi rimando all'articolo uno sguardo nel mio beauty per nail stamping.





Prima di tutto decidete quale disco usare e poggiatelo su un foglio di carta assorbente.

Primo consiglio:
Non serve comprare il "reggi disco"(disk holder) quella base rosa su cui si mette il disco. 
Usate un foglio di carta assorbente il vantaggio e' che non dovrete pulire la superficie del supporto dallo smalto e ci potrete anche asciugare il disco dopo averlo pulito con l'acetone.

Secondo consiglio:
Se lo stampino e' nuovo pulire tutto il tampone di gomma con l'acetone
Serve a sgrassarlo.
Azione da ripetere ogni tanto per pulirlo.



A questo punto passate lo smalto sul disegno fino a coprirlo completamente come vedete nella foto che segue.

Terzo consiglio:
Usate gli smalti della Konad le prime volte, gli smalti normali NON funzionano nella maggior parte dei casi. Ve lo dice una che di smalti ne ha piena la casa!
O se alla fine si vedono non tracciano bene i contorni dei disegni che di per se sono molto piccoli e dettagliati e senza un' adeguata colorazione rischiano di non vedersi bene.
Unica eccezione sono gli smalti della ChinaGlaze collezione Romantique (primavera 2009). 
Funzionano perfettamente e sono anche più belli perche' leggermente metallizzati/perlati.
Io li ho comprati su ebay se avete bisogno di informazioni chiedete pure!

Quarto consiglio:
Se il dischetto e' nuovo e' necessario "sgrassarlo" con l'acetone
Altrimenti rischiate che il disegno non rimanga "attaccato" allo stampino.

Quinto consiglio:
Quando passate lo smalto sul disegno passatelo non tamponando ma come se metteste lo smalto sulle vostre unghie, strisciando fino a coprire l'intero disegno.
Il disegno si riempie meglio.

Sesto consiglio:
Se volete risparmiare un po' di smalto (ma molto poco) potete passare lo smalto sui 3/4 del disegno il resto si coprirà automaticamente quando asporterete lo smalto con lo scraper passandoci sopra.


Ed ecco come appare il disegno una volta tolto l'eccesso di smalto


Settimo consiglio:
Fondamentale per la riuscita dello stamping e' il modo in cui "catturate" il disegno con lo stampino e la velocità.
Non premete direttamente sul disegno ma eseguite un movimento tipo una mezza luna (da destra a sinistra) in modo che man mano che lo stampino percorre la sua traiettoria "alza" la pellicola di smalto che si forma e che e' il disegno...
E' difficile da spiegare a parole meglio se guardate il video incluso in questo articolo:
Siate veloci, gli smalti della Konad asciugano molto in fretta massimo 4 secondi per catturare il disegno e stamparlo!
Vedrete che quando prenderete la mano impiegherete anche di meno!!

Ottavo consiglio:
Eseguite lo stesso movimento sull'unghia quando lo stampate. 
Non premete molto sennò rischiate di sbafare il disegno e seguite il profilo della vostra unghia da destra a sinistra o viceversa.
Non stampate "solo a poggiare" altrimenti lo stampino non aderirà dove l'unghia curva verso il dito e voi avrete perso il vostro disegno.

Nono consiglio:
Quando riuscite tra uno stamping e l'altro chiudete le boccette di smalto
Se li tenete aperti per tutto il tempo rischiate di renderli troppo densi e più "secchi" molto prima, specialmente i formati da 5ml.


Decimo consiglio:
Mettete l'acetone in una bottiglietta piccola (di solito quelle dei campioncini sono perfette).
Sia perche' così lo potrete avere sempre a disposizione nel vostro beauty sia perche' il cotton fioc "pescherà" meglio anche quando la bottiglietta non sarà piena.

Usate il cotton fioc per pulire il disco, al termine asciugatelo sulla carta assorbente


Sempre con il cotton fioc pulite la lama dello scraper.

In ultimo passate il top coat dopo qualche minuto in modo molto leggero senza premere o rischierete di far "sbaffare" il disegno...


Ed ecco una piccola gallery delle varie realizzazioni che ho fatto con il nail stamping. 
Se volete maggiori dettagli potete guardare i vari articoli dedicati al Konad Nail Stamping.
Se avete dubbi o avete bisogno di un qualsiasi chiarimento lasciate un commento o inviateci una mail al nostro indirizzo di posta: 
TRENDYNAILnospam@GMAIL.COM 
(togliete il nospam per avere l'indirizzo corretto)









































Sephora Express Color: recensione ombretto trasferibile foto prima e dopo.

Pubblicato da Astasia Connor domenica 26 aprile 2009 1 commenti
Oggi vi voglio parlare dei nuovi ombretti trasferibili in vendita da Sephora.
Si chiamano

Sephora Express Color

e ce ne sono in varie tinte.
Il costo e' di 3,90 euro per un set monouso.

In Italia sono una novità recente ma negli USA sono in giro già da un po'.
Per darvi un'idea li avevo già recensiti in un articolo dedicato sul mio altro blog: Istant Eyes Shadows

Ho provato per voi il numero Zero: un grigio lilla e un bianco da sfumare insieme per un effetto che dovrebbe richiamare quello della foto.

Di seguito trovate le foto passo passo delll'applicazione fino al risultato finale...



Ecco una volta aperta la confezione cosa si trova.
Due "strisce" che "ripetono" la forma della palpebra chiusa con gli ombretti applicati sopra.
Prima considerazione: le strisce sono più piccole degli occhi normali quindi la parte bianca arriverà appena sopra la fine della palpebra mobile.
Ci ricordano nelle istruzioni che dopo l'applicazione dovremo sfumare il colore...
Speriamo sia sufficente a coprire tutto l'occhio!!!



Ed eccomi alle prese con la prima applicazione.
La prima cosa che ho notato e' che bisogna essere molto precise nel posizionare la striscia perche' sennò rischiate di applicare l'ombretto sulle ciglia invece che sulla pelle.
Le istruzioni dicono di rimanere fermi con la striscia premuta sull'occhio per 4 secondi.





Ed ecco il risultato dopo l'applicazione.
Wow! A vederlo sembra che questi ombretti siano molto bel pigmentati.
Come vedete la parte chiara e' molto lontana dall'arcata sopraccigliare dove dovrebbe effettivamente andare per creare il tipico punto luce.
A questo punto e' necessario sfumare...






E questo e' il risultato dopo la sfumatura...
Molto del colore si e' "perso" sul mio dito mentre cercavo di sfumarlo, molto si e' mischiato a quello vicino rendendo il "salto" di colore meno evidente...
Il bianco sono riuscita a portarlo fino alle sopracciglia.









Come vedete il risultato finale non e' malvagio ma nemmeno eccessivamente marcato.
Il colore applicato non ha aderito benissimo alla pelle e in fase di sfumatura si e' un po' perso qua e là...

Forse se cercate di non fare movimenti troppo ampi quando sfumate riuscirete a non "spostarlo" dalla pelle alle vostre dita e lasciarlo lì dove...
C'e' anche da dire che questa palette e' tendenzialmente chiara e credo che sia uno dei motivi per cui alla fine l'applicazione non sia molto evidente.
Qui dovevo ancora mettere il mascara sulle mie 4 ciglia... ;-)

Conclusioni:
Comunque dopo aver applicato il mascara mi piaceva come risultato, nulla di eccelso ma comunque si vedeva che ero truccata.

Per la durata dopo una giornata molto movimentata (sono stata ad una fiera) delle sfumature non c'era più traccia, era rimasta un'ombra di grigio sulla palpebra mobile...ma null'altro.

Non credo che lo ricomprerò sicuramente anche per il costo 3,90 euro per una singola applicazione non credo sia molto conveniente a meno che non mi realizzi un trucco moooolto particolare.

Consiglio di acquistare le palette scure per un risultato più duraturo e più evidente.

Ideale per chi deve ancora imparare a truccarsi , e' un buon esempio per regolarsi da dove iniziare ad applicare e sfumare gli ombretti!






China Glaze Lol : mi aspettavo di più

Pubblicato da Astasia Connor venerdì 24 aprile 2009 0 commenti
Ed ecco a voi il

ChinaGlaze - LOL
Collezione OMG

Quelle che vedete sono 2 passate di smalto con 1 di top coat Seche Vite (anche se non era necessario).

La foto e' scattata con luce alogena e rende moltissimo l'aspetto olografico di questo smalto.
Con luce meno diretta e' un po' meno carico di rosa e un po' più anonimo, il colore e' molto simile a quello che vedete nella boccetta.


Il colore e' stupendo, come vedete l'aspetto olografico e' la parte più evidente di questo smalto rispetto alla base viola ma purtroppo come il compagno della stessa collezione l'argentato OMG che ho già avuto modo di testare, e' tremendamente difficile da stendere.
Siate sicuri che alla prima passata avrete delle striature, rischierete addirittura di portar via lo smalto dove il pennello ripasserà accidentalmente.
La seconda passata però coprirà tutti gli orrori rendendo il colore uniforme.


A questo punto mi viene il dubbio se questi smalti debbano essere necessariamente abbinati alla loro base e top coat.

Di certo sempre della ChinaGlaze la collezione Romantique non mi ha dato gli stessi problemi...
Come base io avevo il Diamond Strenght di Sally Hansen e come top coat il Seche Vite.

Se la stesura dello smalto e' stata difficoltosa la durata e' stata disastrosa...
Dopo nemmeno 24h mi si e' spizzato...dopo 2 giorni era a pezzi!!!
Peccato perche' e' un colore stupendo...
Ve lo consiglio per far colpo in una serata ben illuminata... ma mettetelo nel pomeriggio altrimenti rischierete di trovarvi con lo smalto spizzato!!!




French Chevron lilla e argento by Ale : la primavera su mani e piedi!

Pubblicato da Astasia Connor mercoledì 22 aprile 2009 5 commenti
Come sempre la nostra Ale ci delizia con le sue splendide creazioni.
Questa volta ha per noi una splendida french chevron lilla con profili argentati e inserto viola glitter.
Questa manicure e' incredibilmente primaverile, sarà che tutti i colori pastello lo sono.

Come sempre a seguire trovate il procedimento da seguire per creare questa manicure e altre foto comprese quelle dei piedi decorati a tema!!



Ecco il procedimento passo passo descritto dalla nostra Ale con i prodotti che ha usato:
  • prima ho passato la base rinforzante di Sally Hansen
  • quindi il Ridge Filler base lisciante di Essence.
  • Con Debby ColorPlay nr 54(è bellissimo questo lilla,molto lucido anche se un po' pastoso ma con due passate le eventuali striature si coprono benissimo) ho eseguito una french diagonale passando due volte,
  • con Essence Nail Art 02 Purple Boost ho tracciato il triangolo laterale in modo da creare una V rovesciata tra i due colori.
  • Ho riempito sempre con il viola questo triangolino sul quale ho passato due volte Look Bipa nr 8 Glitter Violett
  • alla fine ho separato i colori con Essence 03 Silver Star eseguendo sempre con lo stesso tre "sbaffi" che partono dall'incrocio dei colori applicando poi un piccolo strass lilla.
  • Per fissare Mega Shine di Sally Hansen...
  • E' un colore molto d'effetto e ovviamente dal vivo rende tantissimo!!!
Ed ecco altre foto compresa quella devi piedi dove e' stata riportata la stessa decorazione delle mani.

E i piedi avvolti in un infradito con paillettes!


Vi ricordo che Ale e' a disposizione per qualsiasi chiarimento o domanda sulle sue creazioni!!!
Lasciatele un commento e sicuramente saprà risolvere i vostri dubbi





Dilemma, dilemma vado al mare ma che crema uso??

Va usata anche se ho una carnagione olivastra?

E se sono già superabbronzata?

Chiunque di noi si è posta almeno una volta una raffica di domande su come avere l'abbronzatura ideale e soprattutta si è posta tante domande dopo la prima scottatura e spellatura e su come avrebbe potuto evitarla.

Di protezioni da usare ce ne sono un'infinità ma a mio avviso bisognerebbe preparasi all'estate con un pò di anticipo in modo che la nostra pelle non abbia un'impatto tragico alla vista del primo sole estivo.

Iniziamo dal principio.



Ancor prima delle creme solari, che sono senz'altro utili, la natura ci viene incontro producendo degli ortaggi che contengono betacarotene componente essenziale per la pelle nel periodo di esposizione al sole...quali sono ???
....ma le carote naturalmente!!!!!

Sia chiaro non dobbiamo diventare conigli, ma mangiare carote crude aiuta la pelle a nutrirsi di questo elemento ed a stimolare la produzione di betacarotene che favorisce un'abbronzatura uniforme.

Bere molta acqua, soprattutto d'estate quando si suda più, idrata la pelle e la mantiene mordida evitando il senso di "secchezza" che dà il sole.
Se in generale non riuscite a bere molto cercate almeno di mangiare molta frutta e verdura che contengono tanta acqua.

Una volta usati tutti questi accorgimenti chiaramente in spiaggia dobbiamo proteggere il nostro corpo usando la crema..

ATTENZIONE
!
non va messa quando siete già beatamente sdraiate sul lettino ma almeno venti minuti prima perchè la pelle deve avere il tempo di assorbirla e soprattutto va messa più volte al giorno, dopo il bagno al mare e ogni volta che fate la doccia perchè anche le più resistenti con l'acqua in parte scivolano via!


Iniziate sempre con una protezione media anche se siete colorite e poi con il tempo abbassatela un pochino, vi consiglio anche se siete già abbronzate di evitare le protezioni zero, perchè non vi schermano dagli effetti negativi del sole (uva_uvb) e soprattutto ricordate che da circa due anni (se non ricordo male) la scala di gradazione delle creme è cambiata per cui ad esempio la protezione 10 è attualmente considerata bassa, sarà più difficile trovare in commercio le vecchie protezioni 2,3, etc.

Anche io come voi ho fatto vari tentativi, e da qualche anno a questa parte devo dire che la mia preferita ed insostituibile e' la "Bilboa Carrot", proprio per l'ingrediente di cui parlavamo prima la B-Carotene, è inoltre di facile assorbimento.

Considerate però che ogni pelle è diversa quindi quello che può andar bene sulla mia non è detto che sia giusto per un'altra, perciò l'unico modo è provare!

Quella che proprio non tollero invece è la Nivea Sun, sembra rimanere perennemene in superficie e non venir mai assorbita tanto che quando faccio il bagno viene su la patina bianca, ripeto però che questo discorso è soggettivo.

Cmq quello che vi consiglio è di acquistare prodotti buoni, non prendete marche sconosciute o che costano troppo troppo poco perchè il danno che potrebbero fare sulla pelle potrebbe essere alto.

Proteggete sempre bene spalle, fronte e naso che sono in genere i punti in cui ci si scotta facilmente e soprattutto se andate al mare in una giornata non proprio soleggiata non fate l'errore di non mettere la crema...ci si abbronza anche quando è nuvolo!!!!









Detto ciò.......... Buon Sole a Tutte!!!!!!!!





Tornando a parlare di "Strumenti da Ceretta"

Pubblicato da Iaia mercoledì 15 aprile 2009 0 commenti
Eccoci di nuovo alle prese con l'argomento TOP dell'estate in arrivo, gli odiati ma sempre presenti Peli che ricoprono il nostro corpo.

Dire che sono antipatici e antiestetici è dir poco ma loro sono li e noi non possiamo far altro che combatterli con le armi che abbiamo, nel caso specifico di questo post "la ceretta a caldo".

Dopo avervi parlato dei vari metodi di depilazione eccoci dunque pronte con il nostro Kit da lavoro.

Di cere ne esistono di varie marche e di vari tipi, io vi parlerò un pò più nel dettaglio di quelle che ho sperimentato di persona ormai da anni e con cui mi trovo bene.



Per le gambe uso la cera a rullo:
in commercio le trovate in vari gusti, al miele, al limone, alla mela verde, etc.
Sono tutte abbastanza buone ma la differenza sta nelle "marche" e nel "rullo" stesso che distribuisce la cera, ed ovviamente nella densità del prodotto una volta scaldato.

Alcune cere hanno il difetto di restare troppo compatte anche una volta raggiunta la temperatura giusta per l'applicazione e quindi passando nel rullo formano agglomerati che gli impediscono di scorrere in modo liscio..... da evitare... perchè ci mettete il doppio a depilarvi e restate decisamente incollate.

E' da precisare che la cera al miele è in genere più appiccicosa di tutte le altre ma è comunque delicata sulla pelle soprattutto le più sensibili.

Se siete alle prime armi nella scelta delle marche vi consiglio di provare DEPIWELL o RA.IAL.
Le cartucce vanno inserite nell'apposito apparecchio scaldacera che attaccherete alla corrente, il kit in vendita in genere comprende anche una cartuccia.

C'è da dire che i prezzi delle cartucce di cera variano da negozio a negozio e soprattutto variano da negozi di forniture per parrucchieri a normali profumerie, comunque la media è di 1,50 euro l'una.



Facciamo anche un'altra distinzione la differenze che troverete andando a curiosare nei negozi sta nella forma del rullo:

In questa foto noterete che il rullo è posizionato solo al centro della cartuccia ed è molto piccolo perchè serve per le zone inguinali o del viso.
Dà la possibilità di stendere la cera anche negli angoli e di distribuirne una quantità ridotta.



In quest'altra immagine il rullo è invece lungo quanto la cartuccia stessa proprio per coprire una zona più ampia come ad esempio le gambe.






Per inguine, viso (baffetti e sopracciglie) e ascelle personalmente uso quest'altro tipo di cera a caldo: la Epil Hair Pro
Anche per questa esistono in commercio gli apparecchi per scioglierla ma se volete una cosa più "casereccia ed economica" potete utilizzare un pentolino (mi raccomando che sia d'acciaio) e scaldarla direttamente sul fuoco.
Bastano pochi minuti, spengnete il gas ed utilizzatela appena sarà abbastanza densa da restare avvolta sulla spatolina di legno (prima foto a sinistra).

Prima di applicarla sulla parte da depilare soffiateci un pochino su e applicate uno strato molto alto, non serve mettere sopra la striscia per effettuare lo strappo, questa cera si fredda immediatamente sulla pelle ed è pronta per essere strappata.




Ho trovato la nuova collezione "Collistar" sbirciando sul sito ed il primo prodotto che sono andata a cercare è stato il Kajal (perchè gli occhi sono la parte del viso che più mi piace truccare)....e cosa ti scopro??
Un Kajal doppio....pazzesco!!!!!
Inutile dire che è stata una folgorazione anche perchè ci sono colori veramente estivi e allegri.



Il nero è presente su tutte le versioni abbinato al bianco, al verde o al blu.
Lo trovo decisamente delizioso, mi piace la punta che è pratica da usare anche per chi, come me, non ha la mano fermissima, sicuramente meglio del pennellino con cui si rischia spesso di fare righe storte o di "sporcare" il sopra della palpebra se sulla setole rimane una quantità eccessiva di prodotto.
A sfavore posso dire che la punta da "matitone" crea sicuramente una riga più spessa quindi bisogna non calcare troppo la mano.
Il costo è intorno ai 20 Euro, non proprio economico bisognerebbe vedere però anche la durata del prodotto perchè la qualità in genere c'è in tutti i prodotti di questa marca.





I sali da bagno sono stati veramente una piacevole scoperta, e dire che in genere facciamo una doccia veloce perchè la nostra è sempre una sfida contro il tempo.

Durante la settimana arriviamo a casa tardi, prepariamo la cena ovviamente di corsa, ci strucchiamo, di corsa, una crema veloce sul viso et voilà il gioco è fatto.
Il fine settimana ci impigriamo un pò e anche quando abbiamo tempo non dedichiamo al nostro corpo l'attenzione necessaria.
Proviamo allora ad unire l'utile al dilettevole partendo dal presupposto che tutte ci laviamo e che ovviamente bisogna avere una vasca da bagno!!



Dedichiamoci un quarto d'ora!
Organizziamoci con un prodotto esfoliante per il corpo da passare prima di immergerci nella vasca.
Mentre facciamo questo riempiamo la vasca da bagno e mettiamo dentro i sali profumati... ce ne sono di tantissimi tipi, da quelli più classici alle "bombette" effervescenti che si sciolgono a contatto con l'acqua.
Vi consiglio di acquistarli nei negozi che vengono solo saponi perchè in genere hanno prodotti del tutto naturali e c'
è la più ampia scelta di colori,forme ed odori!!!!

Distendiamoci nella vasca (le più privilegiate accenderanno anche l'idromassaggio) e rilassiamoci qualche minuto, magari acquistate anche una spazzola o un guanto per massaggiare il corpo ed eliminare le cellule morte.

Mi raccomando non vi ADDORMENTATE, va bene il relax ma non esageriamo!!!!
Poi passiamo al bagnosciuma, scegliete qualcosa che allieta gli occhi e l'olfatto, ce ne sono di energizzanti, rilassanti, appetitosi, insomma per tutti i gusti.


Sono sicura che uscirete rinate e riposate.
Se lo fate di sera, e poi vi mettete a nanna, vi assicuro che il sonno è garantito!
Ragazze Buon Bagno a Tutte!!!!



Opi Pink of Hearth 2: il delicatissimo con nail stamping primaverile

Pubblicato da Astasia Connor martedì 14 aprile 2009 10 commenti
Oggi abbiamo ancora un'altra ospite su TrendyNail, e' Antonietta e le sue unghie indossano
OPI Pink of Hearth 2

Quelle che vedete sono 2 passate di smalto e 1 di top coat Sally Hansen MegaShine.

La foto e' scattata con luce naturale ma non in pieno sole (per altre vedere in fondo articolo).

Che dirvi di questo smalto, si stende che e' una meraviglia e' fluidissimo e lucidissimo già da solo.

E' molto leggero e quindi alla prima passata risulta ancora trasparente, alla seconda già iniziamo a ragionare di più e l'unghia viene coperta quasi del tutto.

E' un colore molto delicato e si accosta quasi ad un colore neutro.
Può essere tranquillamente usato per una french manicure.

In questo caso l'ho abbellito con un nail stamping primaverile realizzato con lo smalto speciale bianco della Konad.
La rosa e' tratta dal disco M36 e sul pollice invece ci sono 2 farfalline sempre prese dallo stesso disco.

Un must tra i tanti perche' ha dei disegni stupendi ed estremanete delicati.
Ecco qualche altra foto con i dettagli dello stamping.






La foto che vedete qui affianco invece e' scatta dalla mano sapiente di Davide in pieno sole.
Come vedete il colore tende a risultare più chiaro rispetto a quello visto nelle foto scattate con luce artificiale.







Translate

Google+ Followers

Il nostro canale YouTube:

News flash dalla nostra pagina Facebook:

Seguici su Pinterest!

Seguimi su Pinterest

Iscriviti alla NewsLetter:

Layla Glitter and Flakes creati in collaborazione con TRENDYNAIL!

Categorie

#TrendynailShooting Accessori Airbrush Akamuti Alexami Alkemilla Eco Bio Cosmetic Altearah Bio Alva Anastasia Beverly Hills Anteprime Antos Aromaterapia Arte in Miniatura Astra Makeup Aubrey Organics Avril Ayurveda Baby Badger Balm Barielle BarryM Be Chic Beauty routine Beautybay Bella Luccé Bema Cosmetici Benecos Benefit bianco Bibo Beauty Bio Bio Box Bio Makeup Bio Marina Bio-Bio Baby Biofficina Toscana Bioturm Bjobj Blue Born Pretty Store Bottega Verde Burt's Bees Calvin Klein Capello Point Cargo Carnevale Catrice Cattier Caudalìe cavalieri dello zodiaco Celeste Chanel Chic ChinaGlaze Chresy ciate Ciglia finte Cinecittà Makeup Clarins Clarissa Nails Clinique CMD CND Collistar Color Club Colours and Beauty Compilail Swatch Compilation Swatch Confronti Contest Corsi Cose della Natura Cosmetici Economici Cosmoprof Couleur Caramel Creme Cromoterapia Cruelty Free Cuccio Naturale Cuccio Pro Cura dei capelli Cura del corpo Cura del viso Cura delle labbra Curiosity Debby Deborah Deborah Lippmann Deborah Milano Depotting Dior DIY doBrasil Doloris Petunia Domus Olea Toscana Dorato Dove Dr.Organic Duochrome E-shops Ebuzzing Elf English Eos Natura Epura Essence Essence Cosmetics Essence LE Essie Estrosa Estée Lauder evagarden Eventi Ewigem Eyeko EzFlow Faby Fashion festa della donna festa della mamma Fiabe Beauty fiere Fitocose framesi Fraulein French manicure Fresh Therapies Galleria lettori Garnier GHD Giallo givenchy Glitter GlossyBox grazia H M Cosmetics Hair tutorial HairMed HairStyle Halloween Helan Helena Rubinstein Himalaya Hollywood Makeup HoMedics House of Holland HPS Milano Hévéa I coloniali Ilia Illamasqua InLoveWIth Interview Iphone ItStyle Makeup Jewels Couture Johnson Kat Von D Kiko Cosmetics Konad Nail Stamping Konad Pro Uv Gel KuboBeauty L'Atelier des Délices L'Oréal La Saponaria Labo Lady Lya ladybirdhouse Lait Noir Lakshmi Lancome Lavera Layla Cosmetics Le Cremerie Lilla Lillabab Lily Lolo Lime Crime Linea Uomo lipstick Love the Planet Lush Lycia M Picaut Mac Madame Cosmetics Magnetici Make up for ever Makeup Makeup by Mary Makeup by Sara Makeup lesson Makeup Minerale Makeup Natale Maroma Marrone Mary Mavala Max Factor Maybelline Minerale puro Miss Atomic Jewelry MOA Mondevert MOTD MoYou Moyou London My Look by Ovs N 6 Beauty Experience Nail Nail art Nail art by Sara Nail art Micropittura Corsi Nail Fashion Inspired Nail Stamping Nail Swatch Nailart Nailart by Ale Nailart Natale Nailcare Nails Animal Chic nails inc NailStamping by Sara Natale Naturale Nee Makeup Neon Neve Cosmetics NFU-OH Nivea Nour Nuxe Nyx Oblige Occhio al sito Onyxnail OPI Orly Oro Outfit pantone PaolaP Makeup PaperSelf Pasqua Peggy Sage Pennelli pics nails Pillole trendy Primarose Cosmetics Professionails Profumi ProGel Pueen Pupa Pupa Nail Accademy puroBIO Qtica Rabito Rassegna stampa Revlon Rimmel Roby Nails Roche Posay Rosa Rosso Sally Hansen San Valentino Sanecovit Sante Sante Naturkosmetik Savina Nail Color sconti Sephora Sephora by Opi Sinful Colors Skin Blossom Sleek Makeup Smalti atossici Smalti Matte Smalti olografici Smalti semipermanenti So Easy Nailart SO'BiO étic Soak off Soft Stamping Solari Solventi Solventi atossici Star Make up Stroili Sugarpill Suncoat SVR swatch prodotti Swatches prodotti Tangle Teezer Tautropfen Tea Natura Tecnica aquerello The Body Shop TokiDokim Too Faced Travel set Trendy Flash Trendy Mobile Trind Tutorial Una donna Vagabonda unboxing Unghie corte nail art unghie finte Unghie naturali Unghie ricostruite Unpacking video Urban Decay Vagheggi Vampire week Vegan Velvet Nail Verdesativa Video Trendynail Viola Wedding Wet n Wild Wishlist Wjcon yellow Yves Saint Laurent Zoeva ZOOM ZOYA

Blogger We Want you!

Il nostro forum:

Chat online:

Anteprime:


Le creazioni di Ale:

Disclaimer:

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

L'utilizzo del materiale di questo blog è soggetto alla licenza Creative Commons CC BY 2.5.

A partire dall'8 Aprile 2009 la pubblicità di Adsense presente in questo blog ha introdotto un sistema basato sugli interessi. Chiunque visualizzerà una pagina riceverà un cookie che aggregherà i contenuti preferiti dal navigatore. Questo cookie double click sarà associato al browser e non all'identità del visitatore che non potrà essere identificato in alcun modo. Esiste la possibilità di disabilitare questo cookie.