6


La NF Cream di Alkemilla Eco Bio Cosmetic è senza ombra di dubbio uno dei prodotti novità dedicati al make up che più ha suscitato interesse quest anno.

Presentata in anteprima al Sana, è stato chiaro fin dall'inizio che avrebbe attirato un'enorme attenzione.

Per molte persone si tratta infatti di una tipologia di prodotto innovativa, a cui non è abituata. Sia perché ancora poco diffusa nel settore del make up biologico, sia perché generalmente riservata a cosmetici di fascia medio-alta.

Ed il merito di Alkemilla anche questa volta sta nel fatto di aver reso altamente fruibile una tipologia di prodotto fino a questo momento poco conosciuta ed utilizzata.

L'azienda pone fra i suoi obbiettivi la possibilità di rendere accessibile a chiunque la cosmetica di alta qualità, creando formulazioni originali che coniugano l'uso di ingredienti biologici certificati all'efficacia, alla sicurezza ed al piacere di utilizzo. Il tutto ad un prezzo equo e ad una facile reperibilità.

Ed anche questa volta ha fatto centro :)





NF sta per Natural Finish: si chiarisce quindi subito che il fondotinta presentato come "trasformista" vuole essere una base per il viso che permetta di ottenere un effetto molto naturale, del tipo "il trucco c'è ma non si vede".
E fin qui si potrebbe pensare che non c'è niente di troppo particolare.

La peculiarità di questo prodotto sta nel fatto che si adatta letteralmente alla pelle su cui viene applicata, sia come tonalità che come resa!

In questo periodo in cui l'ho provata in modo massivo ho anche letto recensioni già pubblicate e guardato i relativi swatches.
E mi sono resa conto di quanto la NF cream possa risultare realmente diversa a seconda della persona che la indossa, anche a parità di tonalità, molto di più di quanto accada solitamente con un normale fondotinta o una bb cream.

Ma andiamo per gradi, descrivendo per prima cosa come si presenta il prodotto.





NF cream è composta da un'emulsione cremosa dal potere altamente lenitivo e riequilibrante (grazie agli estratti vegetali attivi nella composizione) in cui sono presenti delle microsferule che al momento della stesura liberano i pigmenti di colore.

Mentre avviene la miscelazione fra pigmento e crema, quest'ultima si fonde con la pelle permettendo una diffusione semplice, veloce ed uniforme del colore.
La fase cremosa viene assorbita subito dall'epidermide, su cui rimane solo un impercettibile velo che perfeziona ogni tipo di incarnato.





La formulazione è bilanciata ottimamente, risultando ben tollerata sia dalle pelli secche che da quelle miste o tendenzialmente grasse, mentre i test dermatologici la riconoscono ideale anche per le pelli sensibili.

Nonostante il prodotto sia presentato come "finito", cioè utilizzabile anche senza aver prima applicato una crema idratante, per quanto riguarda l'uso sulla pelle secca personalmente consiglio di utilizzare sempre l'abituale trattamento idratante. Questo perché nella composizione sono presenti in posizione piuttosto alta l'idrolato di salvia e la silica, astringenti e sebo-assorbenti.

Al contempo proprio grazie alla sua composizione si riesce ad ottenere sempre un risultato perfettamente matt, che non necessita di alcun ritocco per molte ore.





NF cream è proposta in tre tonalità, per adattarsi ad ogni incarnato.
Appena prelevata dal tubetto appare uguale in ognuna di esse. Successivamente, massaggiandola e stendendola sulla pelle, si rivelano le differenze.

Dagli swatches che seguono noterete come sulla mia pelle molto chiara le tre colorazioni appaiono sì diverse, ma alla fine non così tanto come ci si potrebbe aspettare.

Questo sia perché non ho abbondato con il prodotto (il risultato non sarebbe stato realistico), sia perché come vi dicevo esso si adatta con tutte e tre le sue varianti alla tonalità di pelle di base.
Essendo la mia pelle decisamente chiara, anche la NF cream n. 3 non appare così scura come invece potreste vedere dagli swatches di persone con un colorito di partenza più scuro.













Il sottotono di tutte le colorazioni a disposizione è caldo e tendente al giallo/arancio.
Questa caratteristica potrebbe non incontrare il favore di tutte, ma compensa egregiamente l'effetto matt del risultato finale che altrimenti rischierebbe di risultare spento, rendendolo pertanto più luminoso e meno artefatto.
L'effetto che dona NF cream è quindi di un colorito naturalmente sano.

Applicare il prodotto è più facile a farsi che a dirsi: è sufficiente mettere piccolissime quantità (tipo dei puntini) in poche zone del viso e poi massaggiare semplicemente con le dita.
L'importante è utilizzare poco prodotto e stenderlo velocemente: in questo modo si evita la formazione di zone di colore più concentrate ed altre meno, poiché la fase cremosa viene assorbita in fretta.
Non consiglio di "scaldare" il prodotto fra le dita prima di applicarlo, poiché l'assorbimento della crema risulterebbe ridotto sul viso e si sbilancerebbe la formulazione, essenziale per una buona resa.
Ugualmente sconsiglio l'uso del pennello, in quanto le setole (agendo diversamente dalle dita) potrebbero creare delle striature di colore.


Il risultato finale come dicevo è molto soggettivo: le pelli miste e grasse godranno di un prolungato effetto matt, quelle da normali a secche di una luce sfumata che tende a minimizzare le ombre e le discromie. In ogni caso l'epidermide appare più liscia, omogenea e setosa, asciutta e libera da lucidità per molte ore.                                                                                                                                                     La successiva applicazione di una cipria non quindi è strettamente necessaria. Personalmente, avendo la pelle tendenzialmente secca ed approfittando dell'elevato potere mattificante di NF cream, riesco finalmente a concedermi con maggior frequenza l'uso di una cipria illuminante senza risultare eccessiva :)

La coprenza è piuttosto bassa. La grana della pelle appare più compatta ed il colorito più uniforme, ma in caso di evidenti imperfezioni è necessario applicare un correttore.
Il lavoro di quest ultimo risulta comunque facilitato, in quanto fa maggior presa sulla NF cream rispetto che direttamente sulla pelle o su basi viso più grasse. Rimane così fermo ed inalterato più a lungo, grazie al finish asciutto di questa base.




Il fatto che la coprenza sia bassa risulta ideale per chi cerca un risultato leggero e naturale, io per prima :)
[Chi la desidera più alta con questa tipologia di prodotto (crema + pigmenti microincapsulati) può dare un'occhiata a questo mio post, in cui descrivo il Fondotinta Caméléon di Studio 78 Paris]


Personalmente non trovo che NF cream sia paragonabile ad un primer, ne' che sia ideale come base per i fondotinta minerali. Anzi questi ultimi se applicati subito dopo alla lunga tendono a seccare troppo la pelle, in quanto vanno a sommare il loro effetto sebo-assorbente a quello già fornito dalla base.                                                                                                                                                                 Piuttosto la reputo perfetta per il successivo uso di blush ed illuminanti in crema o stick: grazie al fatto che liscia ed opacizza perfettamente la pelle, queste textures si stendono sopra di essa con maggior facilità, in modo più omogeneo, ottenendo una miglior resa e durata :)                                                                                                                                   Per quanto riguarda le tonalità: quella perfetta per me è ovviamente la più chiara, la n. 1.                                              Ma vi posso dire che uso volentieri anche la n. 2, perché ben stesa mi fa apparire come leggermente baciata dal sole, mi dona un aspetto più vivace.                                         La prossima estate, non appena avrò un po' di abbronzatura, potrò osare tranquillamente la tonalità n. 3, che sono sicura esalterà perfettamente il colorito dorato senza risultare esagerato.



Vi lascio volentieri il link al video-tutorial pubblicato dall'azienda, in cui la MUA Loredana mostra come applicare perfettamente e con semplicità NF cream, fornendo tante informazioni e dettagli sul prodotto, interessantissimi e molto utili per comprenderlo ancora meglio :)


L'INCI è praticamente identico in tutte e tre le colorazioni, fatta eccezione per i pigmenti:
AQUA (WATER), OCTYLDODECYL STEAROYL STEARATE, SALVIA SCLAREA FLOWER/LEAF/STEM WATER (SALVIA SCLAREA (CLARY) FLOWER/LEAF/STEM WATER)*, LAURYL OLIVATE, PROPANEDIOL, SILICA, SUCROSE PALMITATE, GLYCERYL STEARATE, CETEARYL ALCOHOL, ZINC STEARATE, POTASSIUM PALMITOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, OLIVE GLYCERIDES, TOCOPHEROL, BENZYL ALCOHOL, PARFUM (FRAGRANCE), SQUALANE, MICROCRYSTALLINE CELLULOSE, MAGNESIUM ALUMINUM SILICATE, CELLULOSE GUM, DEHYDROACETIC ACID, CELLULOSE, GARCINIA MANGOSTANA PEEL EXTRACT, RHAMNOSE, GLUCOSE, GLUCURONIC ACID. 
Può contenere +/- : CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77947  (ZINC OXIDE).
* da agricoltura biologica

NF cream, come tutti i prodotti della gamma Alkemilla, è un cosmetico eco-biologico certificato ICEA, cruelty free, nickel tested e VeganOk.

E' reperibile sull'e-shop dell'azienda e presso i numerosi negozi sia fisici che online rivenditori del marchio (lista qui), a € 13.90 per 20 ml.
Il prezzo a mio avviso è equo, in quanto basta utilizzarne una minima quantità e la resa è decisamente alta.

E voi avete già provato la nuova NF cream? Come la trovate? Fatemi sapere :)










Disclaimer: I prodotti ci sono stati inviati a scopo di valutazione, la nostra recensione rispecchia il nostro parere personale.


Posta un commento Blogger

  1. E' un prodotto particolare. Da un punto di vista del concept mi ricorda molto la Miracle Skin Cream di Garnier, dalla quale però si discosta con un inci molto più pulito.
    Il sottotono caldo è quello più giusto per me. Ti farò sapere come va quando avrò provato i tuoi sample ;) baci Mary.

    RispondiElimina
  2. la Miracle Skin Cream ha una composizione spiccatamente antiossidante ed una resa meno opaca, ma hai colto perfettamente la tipologia del prodotto (inci a parte). sono proprio curiosa di conoscere le tue impressioni :D
    baci a te, riguardati :*

    RispondiElimina
  3. Ah però! Interessante Mary! Sopratutto per il discorso sottotono giallo :) la numero 2 potrebbe fare il mio di caso.
    Volevo chiederti hai sentito le reviews di altre clienti? Ho visto che una rgazza aveva postato una foto della sua Nf cream e diceva che se nn la usava tutti i giorni di fila, il colore si incapsulava e faceva uscire una tonalità scurissima. Tu smesso di usarle e hai avuto questo problema? Sono dubbiosa appunto perché non mi trucco sempre (a volte passano 7-8 giorni),
    Comunque se mi dai l'ok ci faccio un pensierino x il prossimo estate! Adoro le formulazioni leggere e poco coprenti ^_^

    Muacks

    RispondiElimina
  4. ciao Bambi :) sì, ho letto quella review e francamente non ho riscontrato quel tipo di problema, con nessuna delle tre tonalità.
    al limite è una cosa che mi è successa con il fondo Caméléon di Studio 78: era come se dopo giorni di inutilizzo i pigmenti formassero un tappo all'uscita del dosatore, che però era a pompetta. niente di irrisolvibile comunque :D nella NF cream c'è una concentrazione minore di pigmenti, quindi questo problema non succede, soprattutto se si ha l'accortezza di tenere il tubetto sempre appoggiato sul tappo, in verticale. infatti la quantità di prodotto è di 20 ml, inserita però in un tubetto che ne può contenere di più. posso supporre che tenendo la confezione distesa la crema si sia "allargata" troppo rendendo la miscelazione dei pigmenti al suo interno meno omogenea :)
    baci, fammi sapere se la prendi ^_^

    RispondiElimina
  5. In bioprofumeria mi hanno fatto provare la prima tonalità ma era troppo scura e gialla per me XD

    RispondiElimina
  6. Foffy tu sei molto più che "molto chiara" :D :*

    RispondiElimina

 
Top