0

 Oggi non vi parlo di prodotti, non vi faccio recensioni... ma vi parlo di persone e capigliature "eccezionali".

Perché scegliamo di andare dal parrucchiere piuttosto che fare da sole?
Perché farci cambiare lo smalto dall'estetista se in fin dei conti, potremmo farlo comodamente a casa nostra?

Quando decidiamo di andare dal parrucchiere o dall'estetista, ci stiamo affidando a qualcuno che per lavoro ha scelto di rendere le persone più felici tramite la cura del proprio aspetto.

Non è un argomento cosi scontato e frivolo e, specialmente per noi donne, ha un impatto psicologico altissimo.


Da oggi sono diversa!

Andiamo dal parrucchiere per sentirci in ordine, ci affidiamo a lui quando, con il nostro cambiamento, vogliamo fare una dichiarazione al mondo: "da oggi sono diversa!", "Mi sento bene!"...

Perché sappiamo che il professionista 
fà la differenza rispetto al "faidame". :)



E' tutto più semplice, però, quando questi cambiamenti rientrano in una gestione "normale": capelli lisci, capelli ricci...unghie corte ma sane...

Quel qualcosa in più...


Quando c'è di mezzo una malattia che ha minato la tua personale sicurezza, si sale su un piano totalmente diverso.
Puoi essere il parrucchiere più bravo e tecnico del mondo... ma se non dimostri empatia con chi hai davanti, sarai carta straccia...

Ho cercato a lungo dei professionisti che fossero in grado di lavorare non sulla "facile normalità" ma sulla "eccezionalità" dovuta a traumi e malattie.

Non cercavo un mago con tanto di bacchetta magica ma qualcuno che, ascoltando, capisse realmente di cosa avesse bisogno mia madre, con pazienza e modo...  

Perché noi donne, si sa, non amiamo invecchiare, figuriamoci gestire le conseguenze di una cura che mina piano piano quello che vediamo nello specchio.

La mente rimane a come eri prima e quella che vedi riflessa sei tu ma con mille cose che non vanno e che non vuoi, ma che ora sono lì e che devi gestire.

C'e' da dire che la mia mamma non si dà per vinta nonostante le difficoltà, ma c'era bisogno di trovare qualcuno in grado di aiutarla seriamente e non che la vedesse come una donna di una certa età a cui fare una messa in piega e via...

Chi trova un amico...

E poi tramite Barbara , ho conosciuto Massimiliano e sua moglie Anna Teresa.

Massimiliano Rossi - Maxximo Hair

Massimilano che prima ha tranquillizzato me in ansia per tutte le difficoltà incontrate dalla mamma e poi l'ha accolta nel suo salone con una delicatezza e un modo unico, mettendola subito a proprio agio.

Spiegando, consigliando, suggerendo senza imporsi, perchè lui, che è un professionista come pochi, non voleva forzarla nelle scelte ma accompagnarla per migliorare le sue.

Vedere mia madre sorridere, rilassata mentre era nel suo salone, per me, è stato come vincere un primo premio.

Anna Teresa Palladino - Maxximo body Estetica
Anna, che in un attimo è diventata una di noi e mentre faceva alla mamma delle unghie spettacolari e all'avanguardia con il Take2 di Nailebrity, chiacchierava del più e del meno, così, senza pensieri.

Attimi preziosi di pura spensieratezza.

Anna, che mi ha anche consigliato il tono di fondotinta giusto provando e riprovando ( e finalmente mi sono comprata il fondo liquido di Emani Minerals  Yeah!)

Applicazione della pellicola Take 2 di Nailebrity come base smalto.


Non è solo una messa in piega, non è solo un cambio smalto. E' molto di più e spero che chiunque si trovi a navigare in acque incerte come le nostre, trovi le persone giuste in grado di accompagnare questi periodi difficili come lo è stato per noi.



Zoya Carmen su pellicola Take2 di Nailebrity



Intanto se siete di Roma non posso che consigliarvi questi due professionisti con anni e anni di esperienza:

Parrucchiere:


 Estetica:

Posta un commento Blogger

 
Top