0
All'inizio usavo la classica ovatta, ma quanta se ne sprecava???
Tantissima!
E quanti pelucchi ovunque...
No no, bisognava trovare un metodo migliore per rimuovere lo smalto...
Allora sono passata ai batuffoli di cotone come quelli che vedete qui di lato...
E così siamo andata avanti per molto tempo...
Con l'unico difetto che si bevevano un sacco di solvente per rimuovere poco smalto rispetto alla grandezza batuffolo che spesso veniva "accartocciato" per farlo arrivare anche nei punti più difficili...

Poi un giorno mi erano finiti i batuffoli e allora ho provato con i pad (i dischetti) per struccarsi...


E bene a dispetto delle mie previsioni si spreca meno solvente e si riesce a far aderire più
facilmente all'intera superficie all'unghia...
E, vantaggio non da poco, riuscite anche a pulire bene gli angoli dell'unghia e la parte più vicina alla pelle semplicemente seguendone il profilo con il vostro dito.
Il pad aderisce meglio al profilo dell'unghia perche' e' più sottile e si spreca meno solvente perche' si "bagna" molto prima del batuffolo...
Ottimo sia con gli smalti scuri sia con quelli chiari!!

Diverso se dovete togliere quelli con la brillantina, in questo caso e' meglio il batuffolo perche' e' più resistente...

E cosa facciamo dei batuffoli che ancora abbiamo a casa?

Non "disperate" quelli vi serviranno se dovete correggere degli errori su unghie appena smaltate...

Trovate come farlo in questo altro articolo che avevo fatto un po' di tempo fa...

Come correggere gli errori sulle unghie smaltate?








Posta un commento Blogger

 
Top