4


Dopo la recensione sulle matite puroBIO cosmetics dedicate al make up degli occhi (qui), eccomi finalmente a parlarvi più approfonditamente anche di quelle studiate principalmente per le labbra e dei correttori.

Anche in questo caso cercherò di non ripetere quanto già descritto nel post di presentazione dell'azienda e della collezione (qui) ed in quello con l'anteprima di tutti swatch (qui).


MATITONI ROSSETTO




Proposti in tre tonalità questi matitoni hanno una mina piuttosto morbida e molto scrivente.
Regalano un tratto coprente già dalla prima passata e risultano molto confortevoli, resistendo a lungo senza seccare le labbra e svanendo pian piano dopo diverse ore senza scivolare nelle pieghette del contorno labbra.

Mentre le tonalità 16 e 17 sono opache, la n. 15 è ricca di shimmer scintillanti, che regalano luminosità e volume alle labbra.

Possono essere usati anche sugli occhi come ombretti o basi per le polveri, per realizzare dei make up vivaci ed alternativi.




Un altro uso interessante che offrono questi matitoni molto versatili è quello sul viso.
Infatti la nuance n. 17 è perfetta come bronzer e per creare le zone d'ombra del contouring.
La n. 16 è risulta un colore molto carino usato come blush.
La n. 15 è invece un highlighter delizioso, che ci permette di creare punti luce delicati ovunque vogliamo richiamare l'attenzione.

Per usare queste matite come rossetti basta passarle semplicemente sulle labbra.
Se si desidera stenderle sulle palpebre, consiglio di sfumarle successivamente con la punta delle dita o con un pennello, fissandole quindi con un po' di cipria trasparente o un ombretto in tinta per farle durare a lungo inalterate.
Se infine si sceglie di utilizzarle sul viso, consiglio di stenderle sul dorso della mano, di lavorare la tonalità con la punta delle dita per scaldare il prodotto e renderlo cremoso e quindi di applicarlo sul viso picchiettando leggermente. Si ottiene così un risultato estremamente naturale e piacevole, nonché duraturo :) 

Vi ripropongo gli swatch del precedente post. Sono stati scattati in ambiente esterno alla luce del sole, il nome del colore è quello indicato dall'azienda.




La formulazione è adatta ai vegani per le tonalità n. 15 e 17.

Per quanto riguarda l'INCI, ve ne riporto solo uno, in quanto fra le varie tonalità l'unica differenza sta nell'eventuale inversione di qualche ingrediente e nella presenza di un colorante piuttosto che un altro, ma di base la composizione è similissima in tutti e tre i matitoni:
OCTYLDODECYL STEAROYL STEARATE, OLUS OIL, C10-18 TRIGLYCERIDES, GLYCINE SOJA OIL, PRUNUS ARMENIACA KERNEL OIL, COPERNICIA CERIFERA CERA, HYDROGENATED VEGETABLE OIL, CANDELILLA CERA, MICA, POLYGLYCERYL-3 DIISOSTEARATE, GLYCERYL CAPRYLATE, TOCOPHERYL ACETATE, SORBIC ACID.
Potrebbero contenere: CI 77491, CI 77891, CI 77492, CI 77499, CI 75470 (carmine), CI 77742.




LIPLINER




Anche in questo caso le tonalità proposte sono tre, stavolta però tutte opache.
La mina è più dura rispetto ai matitoni rossetto, il tratto è subito ben scrivente e la durata molto soddisfacente.

Utilizzabili sia per definire il contorno labbra sia per riempirlo come un vero e proprio rossetto, in questo ultimo caso dopo poco tendono a seccare un po' la superficie delle labbra.
Niente che non si possa comunque risolvere con un buon balsamo o burro cacao ecobio :)

Queste matite grazie alla loro scrivenza e resistenza sono inoltre adatte ad essere usate come originali eyeliner.





Mi piacciono tutte molto, anche se ammetto che la mia preferita è la n. 10 :)

La n. 9 viene definita dall'azienda come un colore freddo: in realtà su di me appare una tonalità calda sia sulla pelle che, ancora di più, sulle labbra.
Confrontandomi con altre persone che l'hanno provata, mi sono accorta che su di loro ha una resa diversa, meno calda appunto.
Riflettendoci l'unica spiegazione che ho trovato è che probabilmente il mio sottotono e la pigmentazione delle mie labbra hanno una dominante rossa che viene esaltata applicando certe tonalità (a volte mi accade persino sulle palpebre).
Lo stesso effetto, pur in misura minore, l'ho riscontrato anche con il matitone rossetto n. 16, che dall'azienda viene definito come freddo, mentre su di me è piuttosto un rosso bilanciato.

Anche in questo caso ripropongo gli swatch del precedente post, scattati in ambiente esterno alla luce del sole, il nome del colore è quello indicato dall'azienda.




La formulazione è adatta ai vegani per le tonalità n. 8 e 10.

Per quanto riguarda l'INCI, idem come per i matitoni rossetto ve ne riporto solo uno, con la stessa precisazione che l'unica differenza fra le varie tonalità sta nell'eventuale inversione di qualche ingrediente e nella presenza di un colorante piuttosto che un altro:
OCTYLDODECYL STEAROYL STEARATE, MICA, C10-18 TRIGLYCERIDES, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL, HYDROGENATED VEGETABLE OIL, COPERNICIA CERIFERA CERA, OLUS OIL, CANDELILLA CERA, SESAMUM INDICUM OIL, POLYGLYCERYL-3 DIISOSTEARATE, GLYCERYL CAPRYLATE, TOCOPHEROL.
Potrebbero contenere: CI 75470 (carmine), CI 77492, CI 77491, CI 77891, CI 77499.


MATITONE CORRETTORE




Questi matitoni sono uno dei pezzi secondo me maggiormente riusciti dell'intera collezione.
Sono solo due nuances, ma hanno una resa tale da poter essere utilizzati da moltissime tonalità di pelle.

Molto coprenti ma ben sfumabili, il n. 18 ha la mina leggermente più dura rispetto al n. 19.

Modulabili, durano inalterati molte ore senza spostarsi, mimetizzano adeguatamente discromie, imperfezioni, ombre e segni del tempo.

Perfetti per coprire occhiaie e brufoletti (la n. 18 nel primo caso, la n. 19 nel secondo), sono utilissimi anche per definire e correggere la zona esterna delle labbra e delle sopracciglia, nonché per sistemare eventuali piccoli errori del make up.




Uso questi due matitoni tutti i giorni!

La tonalità n. 18 per la mia pelle tendenzialmente secca è troppo asciutta per essere usata sulle occhiaie (necessito per questa zona di correttori liquidi o cremosi), ma la trovo perfetta per schiarire e illuminare. La uso quindi come base uniformante per le polveri chiare, che rimangono così ferme sulla pelle per tutto il giorno, consentendomi di avere un aspetto luminoso con discrezione :)

La nuance n. 19 ho dovuto imparare a dosarla. Infatti è leggermente più scura rispetto al mio colorito, ma grazie alla sua estrema morbidezza e sfumabilità sono riuscita a trovare un equilibrio che me l'ha resa praticamente indispensabile per coprire perfettamente le zone arrossate.

Idem come sopra, ripropongo gli swatch del precedente post, scattati in ambiente esterno alla luce del sole, il nome del colore è quello indicato dall'azienda.




La formulazione è adatta ai vegani per entrambe le tonalità.

Di nuovo, per l'INCI ne riporto solo uno, poiché l'unica differenza fra le due tonalità sta nell'eventuale inversione di qualche ingrediente e nella presenza di un colorante piuttosto che un altro:
OLUS OIL, OCTYLDODECYL STEAROYL STEARATE, C10-18 TRIGLYCERIDES, COPERNICIA CERIFERA CERA, GLYCINE SOJA OIL, PRUNUS ARMENIACA KERNEL OIL, HYDROGENATED VEGETABLE OIL, MICA, CANDELILLA CERA, POLYGLYCERYL-3 DIISOSTEARATE, GLYCERYL CAPRYLATE, TOCOPHERYL ACETATE, SORBIC ACID.
Potrebbero contenere: CI 77891, CI 77492, CI 77491, CI 77499.



Di seguito vi mostro altri swatch scattati in ambiente interno con luce fredda non diretta.



Da sinistra: lipliner n. 8 rosa e matitone rossetto n. 15 rosa antico.


























Da sinistra: lipliner n. 9 rosso e matitone n. 16 rosso freddo.






















Da sinistra: lipliner n. 10 mattone e matitone rossetto n. 17 mattone bruciato.


















Da sinistra: matitone correttore n. 18 beige aranciato e matitone correttore n. 19 verde olivastro.

















Sulla pagina facebook ho raccolto in un album le foto di alcuni make up e degli swatch su labbra che ho realizzato con le matite puroBIO cosmetics (link), di cui vi propongo un collage :)






Prezzi: le matite costano circa € 5.90, i matitoni intorno a € 7.90, il temperino circa € 3.90.

I prodotti della linea sono reperibili sui più noti e-stores di prodotti naturali
e presso numerose bioprofumerie; per ulteriori dubbi o richieste, potete utilizzare la pagina "contatti" del sito web dell'azienda oppure chiedere sulla pagina facebook puroBIO cosmetics.



Con questo post ho terminato la presentazione di tutte le referenze finora disponibili del brand... non ci rimane quindi che aspettare di conoscere quali saranno le novità che l'azienda proporrà in futuro :)







Disclaimer: I prodotti ci sono stati inviati a scopo di valutazione, la nostra recensione rispecchia il nostro parere personale.


Posta un commento Blogger

  1. Il rsso è una combo davvero bella *_*

    RispondiElimina
  2. sì Foffy, il rosso puroBIO è veramente molto bello :)

    RispondiElimina
  3. I matitoni mi piacciono sul serio, soprattutto il rosa antico.

    RispondiElimina
  4. Dama ti consiglio di provarlo di persona se ne hai la possibilità, specialmente quel colore va visto addosso ;)

    RispondiElimina

 
Top