6


Venerdì scorso vi ho descritto la nuova Eye Palette Laid Bare limited edition di Lily Lolo (link al post), promettendo di pubblicare gli swatches comparativi con la prima Naked di Urban Decay, alla quale di primo acchito potrebbe sembrare molto simile.


Eccomi quindi qua a mostrarveli (coi mezzi e le capacità di cui dispongo, chiedo venia...),
tenendo presente alcune caratteristiche e/o differenze:

  • la Laid Bare di Lily Lolo è composta da 8 cialde e costa intorno ai 25 euro
  • la Naked di Urban Decay contiene 12 cialde ed il suo prezzo di aggira intorno ai 48 euro
  • gli ombretti non risultano polverosi in nessuna delle due palette e sono in entrambi i casi molto duraturi (resistono bene per molte ore)
  • se non si applica una base cremosa sotto, gli ombretti della Laid Bare appaiono meno intensi e brillanti rispetto a quelli della Naked
  • nonostante la descrizione dell'azienda, trovo che nessuno degli ombretti della Laid Bare sia realmente matt, a differenza della Naked che ne contiene due (Naked e Buck), che tuttavia risultano i meno scriventi
  • entrambe le palette contengono lo specchio e un pennello applicatore doppio (che ovviamente non ho fotografato perché sono un filino distratta...)

Lascio ora la parola alle immagini: nella prima fila ci sono quattro ombretti della Naked Urban Decay, quelli che a mio avviso non trovano alcuna similitudine nell'altra palette; nella seconda fila gli otto ombretti della Laid Bare Lily Lolo; nella terza fila gli ombretti della Naked che risultano più o meno paragonabili a quelli della Laid Bare.

(cliccare sulle immagini per ingrandire)

























Come si può notare, la palette di Lily Lolo non è esattamente una sostituta della Naked. Oltre alla differenza nel numero delle cialde, alcune tonalità sono abbastanza somiglianti, ma non si riscontra nessun vero e proprio dupe, in quanto si differenziano sicuramente almeno per finish.

Non credo che l'azienda fra l'altro avesse l'intenzione di creare una "copia" della Naked di Urban Decay. Ma sicuramente la Laid Bare offre una valida alternativa, una possibilità di scelta in più per chi desidera la versatilità di una palette che racchiuda tutte tonalità naturali in forma compatta e con una composizione decisamente diversa.

Senza soffermarsi sulla differenza di prezzo, abbiamo da una parte la Naked, una palette che ha spopolato per la sua concezione assolutamente geniale, che ha dato il via ad una nuova era di palette tutte sui toni dei nudes (è indubbiamente la più imitata da moltissime case cosmetiche), autoreplicandosi tra l'altro in successive versioni; garantisce resa, risultati ottimali e tenuta impeccabile.
Dall'altro lato abbiamo la Laid Bare, una soluzione innovativa per un brand che realizza da anni make up minerale di elevata qualità; offre purezza dei pigmenti, ottima tenuta, facilità di utilizzo (a differenza delle tradizionali polveri libere minerali) e massima tollerabilità.

Alla fine penso che la differenza più sostanziale sia nel fatto che la composizione della Naked garantisce la qualità di un brand dagli standard indubbiamente elevati, con l'uso di ingredienti all'avanguardia fra cui molto composti di sintesi, ovviamente testati a dovere; la composizione della Laid Bare garantisce l'utilizzo esclusivo di materie prime naturali, senza alcun ingrediente di sintesi (conservanti, coloranti, siliconi), eco-friendly e sicuramente cruelty free.
(se siete interessate a sapere come mai Urban Decay non rientra più nella categoria della cosmesi cruelty free potete trovare tutte le informazioni sul web, non è mio scopo fornirle qui)

Personalmente ritengo che sia sempre una bella cosa aver la possibilità di scegliere fra diverse proposte :)
Voi cosa ne pensate?



Posta un commento Blogger

  1. Grazie mille per gli swatches comparativi :)
    Penso che siano buone entrambe e che ognuna delle due proposte possa essere ottima a seconda di ciò che si vuole in fatto di make up, come in fondo hai detto anche tu.

    RispondiElimina
  2. grazie a te Dama per aver aggiunto la tua riflessione :) io le uso volentieri entrambe e sicuramente in caso di viaggio devo ammettere che la versione "tascabile" di Lily Lolo è quella che sceglierei ;)

    RispondiElimina
  3. Anche da portare in borsetta è l'ideale così piccina :D

    RispondiElimina
  4. Ecco, io la Naked l'ho ceduta perché onestamente non mi piaceva la resa colore, eccessivamente impattante soprattutto su occhi non più giovanissimi (ho 42 anni e con quelle polveri risaltano segni d'età che senza trucco non si vedono...). Invece ad es Elegantissimi di Neve la uso volentieri. Dunque mi sa che acquisterò questa di Lily Lolo!! Grazie dell'ottima recensione!

    RispondiElimina
  5. grazie a te Chiara! lieta di esserti stata utile :)

    RispondiElimina

 
Top