4


Quasi un mese fa Laura de Il mio beauty ha lanciato uno dei suoi tag (la foto proviene infatti dal suo articolo), come sempre molto originale. Questa volta lo spunto di riflessione mi ha coinvolta particolarmente, tanto che ho pensato di partecipare :) Vi consiglio infatti di leggere il suo post per meglio comprendere i suoi spunti di riflessione e le motivazioni che l'hanno portata a creare il tag.

Queste le semplicissime regole:

  • citare il post di Laura come fonte di partenza
  • taggare altre tre blogger a rispondere
A questo punto non mi resta che rispondere alle domande :) Premesso che ultimamente per questioni di mancanza di tempo a disposizione (sigh!) acquisto più online che presso negozi fisici... cominciamo!
1) Quando entri in profumeria vuoi essere subito accolta dal personale e guidata nella tua visita o preferisci gironzolare indisturbata ed eventualmente essere poi tu a chiamare, se hai bisogno di aiuto?

Solitamente, specialmente se mi trovo in un negozio per me nuovo, preferisco dare prima un'occhiata da sola, per rendermi conto se si tratta di un ambiente che tratta prodotti di mio interesse. In caso affermativo non esito a chiamare qualcuno. Non mi piace essere infatti seguita come da un'ombra ne' tantomeno sommersa da suggerimenti più o meno invadenti. Mi piace ricevere consigli da personale competente, magari riguardo alle ultime novità; mi piace che mi venga proposto di swatchare qualsiasi cosa fino a trovare ciò che fa per me... ma non tollero che mi vengano propinati prodotti solo perché i commessi sono stati istruiti a suggerire espressamente quelli indipendentemente da chi hanno davanti.
Quando invece mi trovo in un negozio conosciuto vado ovviamente per prima cosa a salutare e a scambiare quattro chiacchiere, per poi passare all'assalto degli espositori chiacchierando con l'addetta come con un'amica :)

2) Preferisci che il personale ti dia del tu o del lei?
Di norma preferisco che mi si dia del lei. Probabilmente perché ho conficcata nel cervello io in prima persona questa deviazione professionale XD Anche io infatti do del lei ai commessi, mi viene proprio spontaneo :) Se poi si tratta di un negozio dove torno spesso allora dopo un po' viene spontaneo darsi del tu, mi fa piacere.
Distinzione essenziale per quanto mi riguarda nel caso si tratti di un grande negozio di una grossa catena (es. Sephora) oppure di una piccola bioprofumeria: in quest ultimo caso (quelli da me maggiormente frequentati negli ultimi tempi) è più naturale che si formi una specie di confidenza. Mi trovo ad aver a che fare praticamente con un'unica persona, sempre la stessa, e non con quattro o cinque sempre diverse che ogni volta che capito in negozio non so chi trovo. Solitamente c'è meno ressa, trovo una maggior attenzione alle mie esigenze e pertanto il "tu" arriva da sé :)

3) Quali sono le capacità e le competenze che un addetto alle vendite in profumeria deve avere secondo te?
Per prima cosa la conoscenza di ciò che ha in negozio. Sapere di che cosa parla, conoscere le caratteristiche e differenze fra i diversi prodotti, i diversi brands, a quale tipologia di persona sono destinati. Perché come è vero che difficilmente una ragazzina adolescente acquisterà MUFE, allo stesso modo l'addetto sarà bene che non consigli come prima scelta il brand low cost alla signora sofisticata XD Sembra banale, ma non sempre lo è. Perché non tutti hanno la capacità e la voglia di capire ciò che veramente risponde alle esigenze del cliente. Perché non sempre riescono a capire che è fondamentale risolvere il desiderio specifico del cliente piuttosto che riuscire a vendere il prodotto più difficile.
E poi essere un briciolo informati sulle novità cooming soon... a volte mi sono trovata io a dire alle commesse che era in arrivo una nuova LE, che loro mi cadevano dalle nuvole. Ecco, questa cosa mi indispone non poco ;)
Per quanto riguarda le bioprofumerie mi sono accorta che purtroppo a volte queste vengono aperte perché ritenute un fenomeno commerciale di sicuro guadagno di questi tempi. Che sia giusto o sbagliato si vedrà... La cosa che mi colpisce maggiormente però è che con questi presupposti chi mette su il negozio non fa con la piena coscienza che ciò che va a vendere dovrebbe riguardare una scelta etica oltre che estetica. In tal caso l'impreparazione dell'addetto è evidentissima. Tanto che se gli chiedi l'INCI dei prodotti (eh chi cosa con cui????) oppure lui/lei cosa usa leggi il panico nei suoi occhi, perché probabilmente utilizza prodotti low cost del supermercato invece che quelli che ha in assortimento... -_- Fortunatamente non sono tutti così ;)

4) A livello espositivo come ti piacerebbe fosse organizzata la merce in profumeria?
Per prima cosa premetto che odio gli angoli delle occasioni con ceste o similari dove affondare le braccia per pescare i prodotti in sconto. Odio, odio, odio! Non lo tollero al mercato, men che meno in un negozio, di qualsiasi genere. Prediligo l'ordine, gli oggetti sistemati bene in vista, anche quelli in saldo o ad esaurimento scorte. Mi piace trovare l'ambiente suddiviso in settori chiari, per gruppi di brand e scopo secondo la tipologia, che mi facciano capire che in uno spazio trovo i prodotti luxury per la skincare e in un altro quelli di make up low cost, tanto per capire. Non mi piace la miscellanea e non mi piace vagare da un angolo all'altro del negozio in modalità non sense.
Ovviamente ritengo essenziale che i prodotti nuovi non siano ne' apribili ne' tantomeno già stati aperti e provati. I tester devono essere sempre a disposizione, specialmente per il make up ed i profumi.
E la pulizia. Non vengo con i guanti bianchi in negozio, ma non farmi venire una crisi d'allergia alla povere, please!

5) Quanto sono importanti i campioncini? Ove per campioncini in questo caso intendo una jar con un po’ di quel prodotto che vorrei acquistare, ma non sono ancora sicura…
Non sono una fan sfegatata del campioncino a prescindere. Perché se per capire la tonalità di un fondotinta il sample è essenziale, risulta praticamente inutile per una crema anticellulite :)
Certamente da un sample si può capire se la consistenza e la fragranza di un prodotto incontra il nostro favore e potrebbe fare per noi, ma non è detto che possa darcene la certezza assoluta. Uno shampoo a volte ci mette un mese prima di agire secondo lo scopo, for example.
Diciamo che sarebbe cosa buona e giusta che la profumeria concedesse la possibilità di provare delle piccole quantità di prodotto a casa, con una jar appunto come suggerito da Laura nella sua domanda, che è anche riutilizzabile e prevede un minor spreco di bustine che contengono le monodose. Una se le porta a casa e poi le può riportare in profumeria la volta successiva per richiedere nuovi campioni di prodotto... ecco, questo sarebbe sicuramente un modo intelligente e meno sprecone di utilizzare i samples :)
Per il resto, io le bustine le uso praticamente solo in viaggio, per risparmiare spazio in valigia ;)

6) Quanto è importante per te che un tester venga pulito prima che il cliente lo indossi?
Direi che è semplicemente essenziale. Così come devono essere sempre puliti e sterilizzati i pennelli e gli applicatori. Non sopporto di vedere le commesse vagare con le cinture piene di pennelli luridi e sventolarteli davanti con fare minaccioso cinguettando "ti faccio provare un nuovo blush?" no perdiohhh!! ah, qualcuno le informi poi che esistono anche gli applicatori monouso -_-

7) Cosa ti aspetti da una shopping experience in profumeria? Cosa ti conquista e ti invoglia a tornare in una profumeria piuttosto che in un’altra?
L'apertura mentale e l'empatia del personale. Se si impegnano a capire le mie esigenze e a rispondere di conseguenza, allora mi fidelizzo. Se non si fanno prendere la mano dai pregiudizi o peggio dall'ignoranza (tesoro, se ti dico che preferisco formulazioni naturali per un certo tipo di prodotto, non mi puoi rispondere "non esiste il prodotto veramente naturale"), ma si propongono con atteggiamento aperto e flessibile ancora meglio. Mi piace perfino creare lo scambio di opinioni, questo rende l'esperienza veramente piacevole e costruttiva :) Cara commessa, dimostrami che sei anche una persona e non solo un robot ammaestrato, e saremo amiche ;)

8) Preferisci andare fisicamente in profumeria o fare i tuoi acquisti online? In entrambi i casi, spiega perché preferisci una alternativa all’altra.
Fosse per me passerei le mie giornate in giro per negozi a fare shopping... ma ciò ormai mi è possibile così di rado che acquisto sempre più online. Certamente di solito gli e-shops hanno prezzi leggermente inferiori (a meno che non si tratti di prezzi imposti) e fanno moltissime offerte, ma manca sempre l'esperienza sensoriale della prova in negozio. I negozi online inviano quasi sempre campioncini, anche su richiesta specifica, ma ovviamente se il sample di prodotto piace tocca attendere di fare l'ordine successivo per poterlo acquistare. Per contro posso dire che spesso e volentieri, almeno secondo la mia esperienza, ho trovato personale molto più competente presso l'assistenza clienti degli e-commerce piuttosto che nei negozi fisici. Se scrivo al servizio clienti delle domande precise chiedendo consigli, mi rispondono sempre in modo approfondito e preparato, con grande cognizione, cosa che non sempre è garantita dal personale delle profumerie. Con alcuni titolari di e-shop ho fatto addirittura amicizia a forza di scriverci via mail e questa cosa mi piace molto :)

9) Ritieni importante la presenza di una fidelity card nella profumeria da te scelta? Quali benefit o servizi aggiunti vorresti avere oltre agli sconti e alle promo periodiche?
Adoro le fidelity card, le tessere punti e tutte le promozioni che puntano alla fidelizzazione... certo, sarebbe romantico pensare che i negozi lo fanno con l'unico intento di coccolare i clienti, ma pur sapendo che non è esattamente questo lo scopo diciamo che tutte le operazioni in tal senso sono da me gradite ;)
Oltre alle offerte speciali, agli sconti ed ai piccoli regali (tipo quelli per il compleanno), trovo utilissime le session gratuite di prova trucco, magari per conoscere l'ultima collezione uscita di un brand, oppure per imparare a valorizzarsi meglio. Così come gli incontri informativi presso il negozio con esperti del settore.
Infine la gratificazione maggiore la trovo nella presentazione in esclusiva delle novità in anteprima per i clienti fidelizzati. Magari ci fossero negozi Illamasqua in Italia, come sarei felice di certe giornate esclusive!

10) da 1 a 10 quanto trovi preparato il personale di vendita nelle profumerie che frequenti?
Ehm, difficilmente si arriva al 6... -_- Ma voglio essere ottimista, si può sempre migliorare, tutti :)

Bonus
Aggiungi le ulteriori tue osservazioni che ritieni importanti e che non sono state rilevate dalle domande precedenti.

Non aggiungo bonus in quanto ho inserito nelle varie risposte anche le cose ulteriori che mi venivano via via in mente... e l'ultima la metto praticamente nel tag che sto per fare :)

Ed ecco i miei tag:
Aru di Glamorous MakeUp (vera e propria esperta di profumerie ;)
Bambi di Bambi, Natural and Organic Beauty (l'esperta di profumerie ecobio)
LaDama Bianca di Recensioni Cosmetiche (non so se è già stata taggata, ma mi interessa molto il suo pensiero :)
Pietro di Another and More (mi preme troppo conoscere un punto di vista maschile sull'argomento!) 

Un grazie speciale a Laura che ha ideato il tag :*



Posta un commento Blogger

  1. Grazie per il tag :)
    Riguardo la preparazione del personale siamo d'accordo. Quando entro mi piace potermi affidare a qualcuno di competente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prego, mi interessa molto la tua opinione :) siamo tutte d'accordo per il personale ;) attendo di leggere il tuo post :*

      Elimina
  2. le makeup lessons per valorizzarsi sarebbero davvero un'ottima idea! Come sai concordo sull'importana della preparazione del personale, che spesso ahimé è molto carente in profumeria, così come la passione per questo lavoro che visto che agisce sulla sfera emozionale, è molto importante che ci sia. Anche a me è successo un episodio simile al tuo legato alle nuove uscite e la tipa mi guardava come se venissi da un altro pianeta XD
    Grazie per avere partecipato al tag <3 :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura è stato veramente un piacere! il tema proposto mi ha stimolata tantissimo e mi son dovuta frenare per non scrivere un poema ;) baci :*

      Elimina

 
Top