8


Quest anno ho vissuto il Sana in modo totalmente diverso dal solito. Infatti, invece che visitare il salone, ho avuto la possibilità di lavorarci, fornendo il mio supporto a Marina Ferrari presso il suo stand in cui ha esposto per la prima volta in fiera le sue linee, Bio Marina e Ricaricando.
Se da un lato mi è dispiaciuto non aver potuto scoprire nuovi brands e prodotti, ne' vedere le anteprime e le novità, dall'altro ho avuto modo di vivere un'esperienza che mi ha dato modo di riflettere molto sul mio "ruolo" di blogger... proprio grazie alle bloggers (e non solo) che ho incontrato in quei giorni :)
Ecco quindi che quello che sto per fornirvi non è tanto un resoconto sul salone dell'ecobio, poiché non ho potuto effettivamente visitarlo, quanto piuttosto la condivisione di un evento particolare che sicuramente influirà sul modo in cui proseguirò questo mio percorso. Se siete curiose/i... buona lettura :)


lo stand Bio Marina e Ricaricando, il punto shop, Bio Marina che partecipa a Sana Novità


Innanzitutto devo riconoscere che lavorare a fianco di Marina per tre giorni è stato incredibilmente stimolante. Le fiere sono sfiancanti e possono tirare fuori il peggio da una persona... eppure ciò che è scaturito fra noi è stata una naturale compensazione: dove non arrivava l'una c'era l'altra, sia per indole che per argomenti, con i rivenditori e con le bloggers.
Marina fino a poco tempo fa non contemplava neanche la possibilità di instaurare eventuali confronti con la figura delle bloggers: la sintonia che si è naturalmente innescata fra di noi ha fornito un input che le ha fatto rivalutare l'idea di collaborare con persone interessate alla sua attività. E' così che prendendola con filosofia, fiducia e flessibilità ha ricevuto in risposta passione, spontaneità e sincera partecipazione. Una rivelazione di coinvolgente femminilità che ci ha unite tutte durante l'evento tenutosi appositamente per le bloggers il pomeriggio del primo giorno di fiera.
Tutte le ragazze che hanno partecipato hanno dimostrato un interesse sincero nei confronti della linea Bio Marina che stavo presentando loro: prendevano appunti, partecipavano esponendo domande, testavano curiose i prodotti... dopo un'ora erano sempre lì disposte ad ascoltare ancora. All'inizio infatti sono rimasta talmente stupita di tanto coinvolgimento che ero andata un po' nel panico... ma le ragazze sono state così carine e gentili da darmi la carica per sbloccarmi... tanto che sarei andata avanti per ore a parlare con loro!
Tanta dolcezza e professionalità, è stato veramente una grande emozione conoscerle :) E leggere i loro primi resoconti di questa esperienza mi riempie di gioia!
Via via sto condividendo tutte le pubblicazione sui social, ma qui ci tengo a ringraziarvi ancora una volta una per una e ad incoraggiarvi ad andare avanti, perché siete veramente in gamba! 
Chiara Doctor Makeup, Silvia SweetAsVanilla01, Marzia Inci Verde, Giulia Giuliettaccia Bio, Cristina Bio Bellezza, Alice MakeUpNonSolo, Michela Miky Blue, Melania A Tutto Bio, Gianfranca Le Petit Espace, Eliana TheBrunetteMix... grazie ancora di tutto ragazze, siete meravigliose, sono così felice di avervi incontrato!




Non tutte le persone interessate all'evento hanno potuto partecipare, alcune di loro infatti sono potute passare solo in un altro momento oppure il giorno dopo. Eppure il loro interesse non è stato da meno ed è stato un grande piacere parlare insieme della grande passione che ci accomuna. Grazie quindi anche a Silvia Esidaruc, Francesca SemplicementeBio, Sara Pleasesmileplease, Luisa e Natalia Consigli di Makeup, Vanessa So Fashion, Pamela Pam's Blog, Martina Fior Di Loto e Roberta Alquanto Inutile! :D
Un ringraziamento speciale va a Lucia La Mia Eco Bottega, che si è gentilmente prestata a fotografare i vari momenti dell'evento :)

Ovviamente oltre a tutte queste belle persone ne sono passate dallo stand tantissime altre e tutte hanno portato con sé elementi che hanno arricchito le nostre giornate: aziende, rivenditori, distributori... ognuno a suo modo ha reso speciale ogni singolo incontro. E scusatemi se vi sto annoiando con tutte queste menzioni, ma veramente l'impegno, l'interesse e la passione che animano queste persone merita un ringraziamento speciale: Barbara Saicosatispalmi, Maura Vivabio, Francesca Latte&Luna, Simone Mirodìa, Nicola Flor de Sol, Silvia Loving Ecobio, Emi Cosmetici Ecobio, Antonella Tathia, Sabrina e Simona La Bottega Color Cannella, Chiara Mondevert, Simona AmicidiNatura, Daniela eNatural, Manuel e Cristian Cartazucchero, Erika e Nicola Il Giardino di Arianna, Valeria Helianthus, Veronica e Lucrezia Kosmetika Point, Laura Cuccioli d'uomoRozalia Beautilicious Delights, Valentina Mio Bio Shop, Aura VerdeMelaBio, Antonella Fiori di Calendula (spero di non aver dimenticato nessuno! LOL ).

Ecco quindi da cosa è scaturita in me una nuova consapevolezza... Negli ultimi tempi avevo l'impressione che qualcosa si stesse inceppando nel meccanismo del mercato della cosmesi ecobio: aziende che producono con ritmi che riflettono poco l'etica dell'ecosostenibile o con composizioni tendenzialmente "vuote", negozi che si fanno strada a suon di offerte improbabili, bloggers che aizzano l'acquisto selvaggio per l'esclusivo gusto della caccia agli sconti, clienti frastornati che non sanno più perché comprano un prodotto piuttosto che un altro... Sembra un quadro apocalittico e forse l'ho dipinto con tinte esasperate, ma confrontandomi con le persone che ho incontrato in fiera è emersa questa realtà, a tratti veramente al limite del surreale. E contemporaneamente mi sono potuta mettere nei loro panni grazie a ciò che condividevano con me, raccontandomi il loro punto di vista che ovviamente ha una prospettiva diversa dalla mia.
Ho visto le cose con gli occhi del produttore, le ho pesate con il metro del rivenditore e le ho valutate con l'esperienza di altre bloggers. Ciò mi ha fatto capire che, nonostante la situazione non sia semplice, per fortuna ci sono tante persone veramente desiderose di far parte di una realtà cosmetica maggiormente consapevole, che ci porti verso un nuovo senso di responsabilità, che va oltre la mera necessità estetica, quanto piuttosto verso un obbiettivo di maggior benessere generale.
Sempre più persone vogliono comprendere ciò di cui hanno bisogno per la propria bellezza, la salute, la femminilità, e come i cosmetici possono rivestire un ruolo fondamentale se utilizzati nel modo giusto, con consapevolezza. Ci sono aziende che desiderano offrire prodotti che possano rendere questo nuovo percorso più piacevole e qualitativamente migliore, sotto più di un punto di vista. Negozi che sono pronti a sostenere i loro clienti con competenza e passione e non solo con sconti e saldi.
Lavorare in fiera è stata dura... ma mi ha permesso di affrontare argomenti che altrimenti non sarebbero emersi se fossi stata presa esclusivamente dalle visite agli stand all'esclusiva scoperta delle novità.
Con alcune persone in particolare ho affrontato queste tematiche, in primis proprio Marina. Con lei ho valutato la mia figura di blogger da un punto di vista "esterno" e realizzato quanto io possa influire con i miei mezzi sul sistema, che non può essere valutato a settori, ma nel suo insieme. Non mi addentro oltre in questo argomento, in quanto lo tratterò in modo specifico prossimamente coinvolgendo anche altre persone in un progetto che sto sviluppando. Sicuramente l'aver riscontrato tanto interesse e partecipazione da parte delle "colleghe" bloggers che ho incontrato mi fa capire che qualcosa sta cambiando... sicuramente in positivo :)


Come accennavo all'inizio e come è facile intuire non ho avuto il tempo di visitare la fiera come gli scorsi anni, ma Marina è stata così gentile di consentirmi nei momenti di minor affollamento di andare a salutare gli stand di aziende a cui tengo particolarmente. Ecco quindi che ho anche io una piccola carrellata di immagini da mostrarvi su alcuni stand :D



Domus Olea Toscana e la sua nuova linea Rassoda-Lift per viso e corpo.
[immagini di proprietà dell'azienda che me le ha gentilmente inviate in quanto nella fretta avevo dimenticato di fare le foto... shame on me >_< ]




Biofficina Toscana e le sue novità ai frutti rossi, l'Acqua Micellare e lo Scrub Viso.





Màdara Organic Skincare e le novità anti-age.






Maternatura ed il suo inconfondibile stand shabby chic.






Cose della Natura, con la mitica Jo, la bellezza delle spugne naturali di mare e di tutti gli altri accessori naturali.




Alkemilla con la sua presentazione dei prototipi degli ombretti e le nuove profumazioni degli addolcilabbra.





EcoNano Green Project, che oltre alla linea di detergenti ecologici multiuso per la casa ha presentato i suoi primi prodotti dedicati alla detergenza della persona.







Last but not least Purobio Cosmetics. Le sue molteplici novità mi hanno indotta ovviamente a fare un maggior numero di foto, compresi gli swatches poco fedeli grazie alle luci ingrate del padiglione XD Struccante bifasico, due primer viso per pelle grassa e per pelle secca, primer occhi, pennelli make up e pochette più grandi per contenerli, spugnetta simil beauty blender, due quad di ombretti compatti, tre nuove tonalità di matitoni rossetto, confezioni regalo sfiziosissime... tutto in arrivo a brevissimo!
Spero di potervi parlare presto di questi prodotti e di altri fra quelli visti poco più su, quindi rimanete sintonizzate ;)

Concludo infine questo post ringraziando voi per averlo letto fino in fondo con pazienza e, spero, interesse. Confrontandolo con quelli che avevo pubblicato sul Sana degli anni precedenti (qui e qui), direi che ho affrontato l'argomento in modo decisamente diverso. Da parte mia sento che sto vivendo una sorta di maturazione e desidero parlarne ancora con voi prossimamente :)
Baci,

Posta un commento Blogger

  1. Un post estremamente differente rispetto a quelli che ho letto gli altri anni o su blog diversi. Non un resoconto di ciò che hai visto, quanto piuttosto l'induzione ad una riflessione, la voglia di capirci qualcosa in più, di prendere le cose in modo diverso.
    E' vero che un tempo questo settore era tutt'altra cosa e non dico che fosse sempre migliore. Quando iniziai a frequentare il forum di Barbara (saicosatispalmi), ancor prima di aprire il mio blog, di aziende ecobiologiche ce n'erano pochissime e reperirle era tutto fuorché semplice. Negli anni ho assistito ad un incremento sempre maggiore. In alcuni casi mi è sembrato un voler cavalcare l'onda, in altri ho visto una passione autentica e contagiosa. Ad oggi vedo ancora aziende che non hanno una grande filosofia, quanto piuttosto la voglia di vendere, come in qualsiasi altro settore. Forse vorremmo che in quest'area particolare della cosmesi le cose fossero più "slow", più contenute, meno urlate....però è la società stessa a richiedere velocità, continue novità, una produzione serrata. Ahimè le aziende devono ascoltare anche il mercato per non collassare, a maggior ragione ora che nascono nuove realtà come funghi.

    Forse ho scritto in modo confusionario, ti chiedo scusa. Probabilmente io stessa non sento di avere le idee troppo chiare in proposito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tuo riscontro non è confusionario, piuttosto è prezioso. penso che sarebbe utile a tutti se tirassimo fuori i nostri dubbi in proposito. perché la società la facciamo noi, siamo noi a determinare la velocità a cui viaggiare. e se non ricentriamo l'attenzione su ciò che è realmente essenziale allora sì che diventa probabile il collasso. perché l'offerta non può crescere ad una velocità troppo sproporzionata rispetto alla richiesta. e la confusione difficilmente porta a dei miglioramenti. ben venga quindi la condivisione di tutti i dubbi, le riflessioni, le considerazioni, i confronti. ogni tanto ritengo sia fondamentale fermarsi a riflettere un attimo.
      questo post intende essere giusto un'introduzione ad un discorso che mi piacerebbe costruire insieme a più persone possibile, con tutti i contributi dai più disparati punti di vista, tutti importantissimi.

      Elimina
    2. E' vero, la società la facciamo noi. Ma la facciamo insieme a tanta altra gente che probabilmente ha poco interesse nel soffermarsi a riflettere su questi aspetti.
      Per questo credo che il tuo post sia incredibilmente "sano". Ci induce ad una riflessione, ci aiuta a voler capire meglio determinati aspetti. Io spero che la stessa voglia di riflessione che hai suscitato in me si allarghi a macchia d'olio.

      Elimina
    3. è proprio quello che spero io cara Dama. ed è per questo che ci voglio provare, perché da qualche parte bisogna pur iniziare. anche se sembra un'impresa impossibile, anche se sembra che non ci sia nessun altro interessato... a volte basta dare il "la" per far partire un coro. io ci spero. e ti ringrazio tantissimo per esserti soffermata intanto tu a riflettere insieme a me. in mezzo a tanto caos se solo una voce si aggiunge alla prima diventa più facile farsi sentire. e magari a far venir voglia di dire qualcosa anche a qualcun altro. intanto grazie a te per aver risposto al mio input partecipando con interesse alla riflessione che ho proposto, condividendo i tuoi pensieri.

      Elimina
  2. Lavorare in fiera è stato difficile, ma ti ha fatto crescere in consapevolezza. Il percorso dell'ecobiocosmesi è tutto in salita, ma so che esistono persone in grado di fermarsi in questa corsa sfrenata alla vendita e guardare da una prospettiva diversa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sei sicuramente fra queste persone :) grazie dolce Foffy <3

      Elimina
  3. ho letto questo post tutto d'un fiato e per chi come me, a causa della distanza, è dovuto restare a casa a sbavare è stato un bel tuffo in questa realtà. Grazie della carrellata di foto e soprattutto grazie per le tue considerazioni approfondite ed accorate in merito! Aspetto di leggerti nelle ulteriori riflessioni che avrai da fare sull'argomento e nel nuovo progetto a cui stai lavorando. Come sai sono una neofita nel campo dell'ecobio e in quanto tale rischio di essere bersagliata da millemila offerte del venditore di turno. Voglio maturare una consapevolezza tutta mia sul campo e se ho un grillo parlante come te ad aiutarmi a farmi una coscienza in questo settore, la cosa può venire solo più semplice. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio Laura per le tue parole <3 è proprio quello che vorrei smettesse di esistere, l'inutile martellamento senza sosta e senza senso a cui è sottoposto chi come te desidera chiarezza e invece si trova di fronte ad un discreto caos XD un abbraccio :*

      Elimina

 
Top