4


Tempo fa vi avevo parlato di Najel grazie ad un ottimo idrolato (qui).

Oggi ho finalmente il piacere di recensire uno dei prodotti più rappresentativi del brand, il Savon noir d'Alep.

Come già accennato, Najel si occupa di commercializzare i più pregiati saponi di Aleppo biologici certificati, con l'intento di contribuire a mantenere vive e di promuovere la conoscenza delle tradizioni artigianali di una città antica e pulsante qual'è Aleppo.
Essa, situata in Siria, sta attraversando ormai da troppo tempo una situazione umanitaria che definire spaventosa non basta... eppure non si arrende.
Ed ogni volta che posso in qualche modo renderle umilmente omaggio nel mio piccolo (come già fatto in questo post su Nour), per ricordare che non è solo un puntino su una cartina militare di cui parlano i bollettini di guerra nei notiziari, per rammentare che in quel luogo vivono e lavorano tantissime persone... sento che è giusto.






Il sapone nero Najel di cui vi parlo oggi è una pasta di sapone morbida derivata dal sapone di Aleppo.

Totalmente naturale, realizzato in laboratori artigianali francesi con oli vegetali purissimi nativi di Aleppo secondo le antiche tradizioni, è il cosmetico principe a base del tipico rituale orientale dell'hammam.
Questo sapone è infatti un detergente dalle elevate qualità purificanti adatto a qualsiasi tipo di pelle, con in più una spiccata azione esfoliante naturale.

Arricchito da olio essenziale di eucalipto (l'unica fragranza, di origine naturale, presente in composizione), ne sfrutta le proprietà balsamiche ed aromaterapiche per un effetto rinfrescante che rende l'utilizzo ancora più soddisfacente e rilassante.




Per utilizzare il sapone nero di Aleppo è sufficiente prelevare una piccola quantità di pasta con le mani e massaggiarla sul corpo bagnato di acqua calda, direttamente in doccia.
Non produce praticamente schiuma, ma deterge perfettamente in profondità eliminando sporco, impurità e... stanchezza.

Oltre ad essere quindi un docciaschiuma ideale per ogni tipo di pelle, si può sfruttare il suo naturale effetto esfoliante abbinandone l'uso con il guanto kessacome da rituale marocchino hammam (io utilizzo quello di Esprit Equo): dopo aver lasciato agire il sapone sulla pelle per 5 minuti, si sciacqua bene con acqua calda e quindi si procede a frizionare tutto il corpo con il guanto.

Eseguendo regolarmente questo trattamento (un vero e proprio rituale ancestrale) il risultato è una pelle libera da impurità e dalle cellule morte, pulita in profondità, decisamente più morbida e setosa, liscia e luminosa, nonché naturalmente più sana.




La caratteristica azione esfoliante del sapone nero di Aleppo Najel non è data dall'aggiunta di granuli scrubbanti, quanto dalla sua naturale composizione. E' un'azione molto delicata e quindi sicura su ogni tipo di pelle, se realizzata senza esagerare con le quantità ed i tempi di posa (ogni tanto è bene ricordare le accortezze di base ;). L'utilizzo del guanto kessa una volta a settimana serve semplicemente a renderla ancora più profonda, nonché per godere degli ulteriori benefici del massaggio che riattiva il microcircolo.

L'importante è ricordare che dopo l'uso di questa tipologia di prodotto è opportuno ristabilire il valore del ph della pelle (il sapone nero tende a renderlo alcalino) utilizzando una crema idratante o un tonico (trovo ideali allo scopo quelli di Bio Marina recensiti qui e qui).

Ho avuto la possibilità di testare il sapone nero di Aleppo Najel grazie a Mondevert, che me l'ha gentilmente inviato a scopo valutativo e che ringrazio ancora una volta, dove è possibile acquistarlo a € 6.99 per 180 gr (se non erro al momento dovrebbe essere ancora in offerta a € 6.29 con il 10% di sconto).
Il prodotto è molto concentrato, ne basta una quantità veramente modesta per ogni utilizzo, dopo mesi ancora non vedo il fondo del barattolo!

Avete mai provato i prodotti Najel o il rituale dell'hammam? Magari proprio in una spa in Marocco? *_*
Fatemi sapere ;)








Disclaimer: Il prodotto ci è stato inviato a scopo di valutazione, la nostra recensione rispecchia il nostro parere personale.

Posta un commento Blogger

  1. Molto bella questa review! Anch'io utilizzo con soddisfazione il sapone di Aleppo (ho quello di Tea Natura) e mi incuriosisce tantissimo proprio quello della Nour e della Najel che hai citato, sicuramente prima o poi li provo, la tua recensione conferma che sono davvero ottimi prodotti (oltre all'ottima questione umanitaria che hai fatto benissimo a ricordare).
    Volevo chiederti: se ho capito bene questo detergente si può utilizzare anche senza il guanto kessa, ma sortisce comunque un'azione esfoliante, anche se più delicata? Ho una pelle particolarmente sensibile e non posso fare trattamenti più "strong".
    Buona giornata! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Veronica, ti ringrazio per le parole sempre gentili!
      certamente, ti confermo che l'azione combinata del sapone nero di Aleppo e dell'acqua calda favorisce una naturale esfoliazione della pelle del corpo in tutta delicatezza. ovviamente i risultati si vedranno più lentamente, ma non mancheranno anche senza dover utilizzare l'azione meccanica del guanto :) basta che lasci agire il sapone per 5 minuti, magari continuando a massaggiare con le mani, e che dopo ti ricordi di tonificare la pelle per evitare la sensazione che tiri (va ristabilito il ph). la pelle sarà più purificata che con il normale bagnoschiuma, più morbida e sana :) un bacio!

      Elimina
  2. Ho amato moltissimo l'incipit di questo post perché è vero che sui nostri blog parliamo principalmente di bellezza, ma è indubbio che certi temi ci stiano ugualmente a cuore. La Siria sta attraversando un'altra dolorosissima fase e renderle omaggio, nel nostro piccolo, non è affatto trascurabile.
    Personalmente non ho mai acquistato nulla del brand Najel ma ho avuto modo di "assaggiare" un altro Sapone nero e ne apprezzai molto la ritualità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Dama, so che siamo affini in queste riflessioni.... e poi cos'è la bellezza? io credo che sia qualcosa di interiore, che ci unisce tutti, che ci rende tutti simili se la facciamo venire allo scoperto....
      lieta che anche a te abbia dato soddisfazione un prodotto similare :)

      Elimina

 
Top